homemusicatestivideobandbiolive
CONTATTILINKSSCARICANEGOZIORENANERA Facebook page

_ -_

testi album «L'UOMO TORNA MARE»

 

BALLATARANTELLA (2022)

'STA SOCIETA'

MUNTAGNE 'E MUNNEZZA

CHE TARANTELLA

LUCE DAL SUD

BASTA CA SONA BON'

INGANNI E FAVOLE

SIMM' 'O SUD R' 'O MUNN'

FATMAH

 

ascolta questo album su

- YouTube MUSIC -

 

 

BALLATARANTELLA

(C.De Rosa-E.Bennato-A.Deodati)


O mare mangia o mare, ‘a terra mangia a terra
O mare mangia a terra, ‘a terra torna mare
O pisce mangia o pisce, l’uomo mangia l’uomo
O pisce mangia l’uomo, l’uomo torna pisce
Balla si t’abballa a cerevella
Balla mentre abballa abballarrà
Balla cu chi abballa a tarantella
Balla mentre abballa, abballarrà
Balla mentre abballarrà
Balla mentre abballarrà
Balla mentre abballa, balla
Balla mentre abballarrà
Lu nigghie, lu nigghie all’aria va...

 

TORNA SU


'STA SOCIETA'

(C.De Rosa-A.Deodati)

Cambia scenario
Tratta la tua vita come se fosse un programma
E se ti scoccia quel grigio,
puoi sempre cliccare su "gamma"
Cambia lo sfondo, cambia la casa
Stai chino e sord rint' 'a stu gioco
Fatt' cchiù bello, lievat' 'e sfizi
Fatt' cchiù forte, che t' n'import'
Fatt' 'na semmana 'e vacanza
Lievat' 'e sciem' annaz'
nun da' aurienza 'a nisciuno cchiù
Anzi fatt' pure 'na villa
e po' miett'ce 'o cane
'ca s' magna 'e perzone 'nfam'
Nella vita nu' puo' fa chell' ca tien' ncap' tu
Non puoi scegliere di scappare
non tornare mai più

Sì papà, io te lo prometto che stasera rientro presto
Mentre bacio guardo l'orario, come cavolo vola il tempo
Non mu sento mai libera, je perciò me ne jess' 'a ccà
Poi mi dicono che è l'età
M' fa schif' 'sta società

Cambio le scarpe
Mi metto un berretto
Ma in realtà sono a letto
Solo un dito resta impegnato
Mentre il corpo sembra assopito
Cambio la stanza, cambio la dieta
E intant' cresce 'sta panza
Stong' c' 'a cap' rint' 'a 'stu gioco
Ve sto chiammann' m' ata salvà
Voglio 'na semmana 'e vacanza
Senza sciem' pe' nnaz'
nun da' aurienza 'a nisciuno cchiù
Anzi voglio pure 'na villa
po' ci mett' 'nu cane
'ca s' magna 'e perzone 'nfam'
Rint'a vita nu' puo' fa chell' ca tien' ncap' tu
Non puoi scegliere di scappare
non tornare mai più

Sì papà, io te lo prometto che stasera rientro presto
Mentre bacio guardo l'orario, come cavolo vola il tempo
Non mu sento mai libera, je perciò me ne jess' 'a ccà
Poi mi dicono che è l'età
M' fa schif' 'sta società

 

TORNA SU


MUNTAGNE 'E MUNNEZZA

(C.De Rosa-A.Deodati)

A me basta una penna
Alla vecchia maniera
Non sopporto il PC
Scrivo comm’ ric’ je
Soprattutto: silenzio!
Se no non mi concentro
Già è difficile entrare
Nella testa degli altri
Far tendenza e cultura
Nella stessa canzone
È un’impresa un po’ ardua
Ma po’ chi se ne fott’
Si pur’ je nu’ sto bon’
Si pur’ je nu’ sto bon’

‘O voglio dicere ca me so’ sfastiriat’
Ca m’ so rotta sana sana
A furia ‘e cagnà pe’ ll’at’
‘O voglio dicere ca me sent’ abbruciat’
Me sent’ stanca, vecchia e pure fuori moda
Sto fuori moda
Me sent’ fuori moda
Sto fuori moda
Me sent’ fuori moda

Sient’ fora sta guerr’
Ce vo’ nu cor’ ‘e fierr’
Pe’ nu chiagnere semp’
Nun pute’ fa cchiù niente
Mentr’ ‘o munn’ fernesce
Nun tennimm’ cchiù tiemp’
Simm’ tutt’ fetient’
Amm’ mis’ ‘a stu munn’ figli pe’ realizza’
Sunn’ senza bellezza
Che muntagne ‘e munnezza
Simm’ pisci int’a rezza
Ma ricimm’ sto buon’
Niente soddisfazion’
Pe’ chi nun ce vo’ bene
Ma nisciun’ sta buon
Nisciun’ è cuntent’, nisciun’ è felice
Però nun se rice

‘O voglio dicere ca me so’ sfastiriat’
Ca m’ so rotta sana sana
A furia ‘e cagnà pe’ ll’at’
‘O voglio dicere ca me sent’ abbruciat’
Me sent’ stanca, vecchia e pure fuori moda
Sto fuori moda
Me sent’ fuori moda
Sto fuori moda
Me sent’ fuori moda

 

TORNA SU


CHE TARANTELLA

(C.De Rosa-A.Deodati)

Si vuliss’ sapè chi song
Me putiss’ chieder “chi si?”
Lo direi immediatamente
Senza che tu lo chieda ad altra gente.

Nun so chell ca veriv, femmina bella,
dolce, poetessa e cantante e tarantella.
Stong ca pe te cuntà chell’ata faccia e chesta terra.
Quella verità che non fa comodo a nessuno
Ca nun te fa arrivà chiù e sord da regione
E nun attira chill’ d’a televisione
E non attira troppo la televisione.
Ma che l’amma dicere a sti quatt giurnalist?
Ca tenimm’ o sol’, cocc preta e o core ‘nzist’?
Ma che l’amma dicere a sti quatt’ giurnalist’?
Che c’abbiamo il cuore più profondo ma anche triste?

Comme è bella a terra addò campamm’, è troppa bella.
Ce puzzamm’ e famm’ ma tenimm’ a tarantella.
Comme è bella a terra addò campamm, è troppa bella.
Ce puzzamm’ e famm’ ma tenimm’ a tarantella.
Che tarantella!

Io gli dico che tutto il passato è vivo ancora
Questo posto è uguale a come lo hai lasciato allora
Ce sta a nonna, ‘a pasta fresca o ppane , e puparuol’,
Tutte cose che ti fanno campa’ sano ancora.
Ci teniamo assai a una statua sopra al monte.
L’aggiustiamo tant’ arrivan’ sti fond!
Crolla giù una scuola costruita tre anni fa
Crolla addosso ai figli ch’ vulessene studià.
Cade addosso a chi potrebbe essere il futuro
Care ‘nguollo a chi putesse essere ‘o futuro.
Sapone e carta igienica l’accatteno e famiglie mettennes’ d’accordo.
Hann accunciato a statua e so’ fernut’ e sord, mo so’ fernut’ e sord!

Comme è bella a terra addò campamm’, è troppa bella.
Ce puzzamm’ e famm’ ma tenimm’ a tarantella.
Comme è bella a terra addò campamm, è troppa bella.
Ce puzzamm’ e famm’ ma tenimm’ a tarantella.
Che tarantella!

 

TORNA SU


LUCE DAL SUD

(C.De Rosa-A.Deodati)

Luce 'e sta gente
Luce cucente
r' sole e terra ch’ scalda e ammatura
pur’ chest' anima
'a luce t' cura
Luce r' notte grazie alla luna
Luce int' 'e ggocce r' l' acqua ca chiov'
Pur' si intant' è isciut' giá u' sol'.
Luce ch’ resta int' a ll' uocchie 'e int' 'e vvest'
Quann' 'u pais s' pripar' a ffesta.

Luce cchiú bianca
P' nasce ancora
Dint' a stu scium' ca lava ll'odio
Tu comm' a mme guard' 'o vvacant'
Verenn' a Ddio dint' a ogni cos'
Pur' si 'o mal' ci prov' ancora
Nuje cu 'sta luce parimm' fuoco
Tant' ca é ffort' e ca brucia semp'
Nuje simm' luce e 'o mal perd'.

Luce, luce, luce nun t'arrenere maj
Luce, luce, luce nun te fa' maj stuta'
Luce, luce, luce nun t'arrenere maj
Luce, luce, luce nun te fa' maj stuta'
Tu priegh' comm'a mme
Tu priegh' comm'a mme

'Na nott' ancor' dint' a chill' uocchie
Ca vonn' a tte sul' pe n'ora
Nun é chiú tiemp d' accuntentá
Pe dint 'o scur' t' vaj a spugliá
Ma tu sì luce e t'appicc’ ancora
Sul' p' n'omm' ca tien' int' o core
Ma tu sì luce, t' appicc' ancora
Tutt 'o v'len' caccéle for'

Luce, luce, luce nun t'arrenere maj
Luce, luce, luce nun te fa' maj stuta'
Luce, luce, luce nun t'arrenere maj
Luce, luce, luce nun te fa' maj stuta'
Tu priegh' comm'a mme
Tu priegh' comm'a mme

 

TORNA SU


BASTA CA SONA BON'

(C.De Rosa-A.Deodati)

Che cos'è questo strumento
Spiega bene l'argomento
Parli di storie reali o ti sei inventata tutto
Qual è il genere che suoni
Forse contaminazioni
È una parola troppo usata
Ma je mo com’ c’ ‘o spiego
Ca m’ piace tutta ‘a musica
Basta ca suona buon’
Cosa pensi del dialetto
Dove nasci e cosa hai dentro
Forse sei napoletana,
Ma la tua cadenza è strana
Quale genere ti piace
“Tarantella” ti si addice
Forse col jazz non sei capace
Ma je mo com’ c’ ‘o spiego
Ca m’ piace tutta ‘a musica
Basta ca suona bon’

Je voglio sulo canta’
E voglio pure abballa’
Non bisogna spiegarla
Se una musica è bella
Fatt’ sulo purta’
Je voglio sulo canta’
E voglio pure abballa’
Non si deve spiegare se ti fai trascinare
Te può pure scurdà

Se mi dicono “sì scema”
Non mi fanno proprio niente
Se mi toccano i bambini
Mi trasformo in una belva
Perdo tutte le ragioni
Certo non sono Regina
Se ti faccio una mappina
Ma je mo com’ c’ ‘o spiego
Ca criscenno ‘mmiezzo ‘a strada
Je me so’ difes’ bon’
Ma non mi pensare proprio
Tanto è inutile: non gioco
Odio la competizione,
Poi con te non ci sta sfizio
Fare a gara per te è un vizio
Mentre io sto qui a cantare
Mi diverto e tu stai male
Ma je mo com’ t’ ‘o spiego
Ca so’ fess’ e cuntent’
E c’ ‘a musica sto bon’

Je voglio sulo canta’
E voglio pure abballa’
Non bisogna spiegarla
Se una musica è bella
Fatt’ sulo purta’
Je voglio sulo canta’
E voglio pure abballa’
Non si deve spiegare se ti fai trascinare
Te può pure scurdà

 

TORNA SU


INGANNI E FAVOLE

(C.De Rosa-A.Deodati)

Io non ti credo ma non te lo dico
Si sa che ad ogni verità nasce un altro nemico
Je nun te crer però nun t’ ‘o dic’
Pecchè si ric’ ‘a verità te fai n’atu nemico
E non vale la pena
Aver pugnali alla schiena
Si combatte soltanto
quando sai che col tempo puoi cambiare la cose
jetta ‘nterra tutte cose
si l’e ‘a ricere rill’, si l’e ‘a fa allora fallo
però po’ nun ì a chiagnere
ca nun se fann’ truvà

Inganni e favole
Noi ci vorremmo anche credere,
ma c’ata fa respira’
Inganni e favole
Non ci possiamo più credere
Ma c’ ata fa respira’

Io non ti credo ma non te lo dico
Si sa che ad ogni verità nasce un altro nemico
Je nun te crer però nun t’ ‘o dic’
Pecchè si ric’ ‘a verità te fai n’atu nemico

Quanto dura sta pena
Vedo i ragazzi star male
Sono soli e si stanno azzeccando il cervello
Senza amici né meta
Però je aggia sta quieta
si l’e ‘a ricere rill’, si l’e ‘a fa allora fallo
però po’ nun ì a chiagnere
nisciuno te vuo’ aiuta’

Inganni e favole
Noi ci vorremmo anche credere, ma c’ata fa respira’
Inganni e favole
Non ci possiamo più credere
Ma c’ ata fa respira’

 

TORNA SU


SIMM' 'O SUD R' 'O MUNN'

(C.De Rosa-A.Deodati)

È cca che tenimm’ chist’ uocchie chin’
Mist’ ‘e culur’ e fuoco int’ ‘e man’
‘Na pelle tosta comm’ ‘a ‘na preta
N’anema ‘e pregio comm’ ‘a ‘na seta
Mare ‘e cristallo e muntagne crur’
Comm’ a ‘na femmena ‘e ‘na vota
Simm’ figlie ‘e ‘na storia assurda
Senza dubbie simm’ ‘o Sud

Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
‘Ncopp’ ‘a rena nera, rena nera,
Rena nera, simm’ rena nera
Rena nera, rena nera, rena nera,
‘Ncopp’ a rena nera ‘nziem’ ‘a me

Chist’ è proprio ‘o sud r’ ‘o munn’
Addo’ nun sai manco si ven’ riman’
Pàss’t’‘a mano‘ncopp’ ‘a cuscienza
Fatte ‘na scorta e grano e pacienza
E po’ca si muor’ te fann’ sant’
E si si vivo puo’ ghittà ‘o sanghe
E facimmo cos’ assurde
Pur pe’chest’ simm’ ‘o Sud
Però ‘na cosa s’addà capì
Ca simm’chin’ ‘e fantasia
Ogni tragedia nuje a trasformammo
E ce facimm’ ‘na poesia
Pe’ nuje a vita si chiamma don’
Pur si è cos’ nun vann’ bon’
E nun esiste ‘na legge eterna
Cacciammo ‘o fuoco pe’ passà ‘o viern’

Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
‘Ncopp’ ‘a rena nera, rena nera,
Rena nera, simm’ rena nera
Rena nera, rena nera, rena nera,
‘Ncopp’ a rena nera ‘nziem’ ‘a me

Stamm’ semp’ ‘o centr’ r’ ‘o munn’
Rint’ ‘a vocca ‘e tutt’ quant’
Vann’ a raccuntà ‘e stu Sud
N’a buscia pe’ se fa fort’
‘Nu giurna’l ha ritt’ pur’
Ca nuje simm’ ‘na zavorra
Senza collera ‘o liggimm’
‘Ngopp’ ‘e critiche sunamm’

Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
Simm’ o Sud r’ ‘o munn’
E se ‘o vuo’ verè
Puort’ ‘o riest’ r’ ‘o munn’
A balla’ cu mme
‘Ncopp’ ‘a rena nera, rena nera,
Rena nera, simm’ rena nera
Rena nera, rena nera, rena nera,
‘Ncopp’ a rena nera ‘nziem’ ‘a me

 

TORNA SU


FATMAH

(P. Polcari, S. Facchielli, G. Della Volpe, G. Tesone )

Marò comme sì bella e nun ‘o ssaje
nun saccio bbuono chello ca me faje
amaro è 'o ddoce ca me fa’ ‘mbriaca’
guardo, sperisco e nun pozzo tucca’ e tu
cammenanno te ne vaje ll’uocchie acalate
ma nun triemme maje si’ na criatura
mmiezo ‘e liune ma dint’ ‘a vita nun
tiene padrune
ah che bella voce ca ll’anima se squaglia quanno cante
ah che bella voce nun saccio si so’ diavolo o so’ santo
saccio sulo ca quanno te sento sento
sento dint’ ‘a ll’anema ‘o turmento
nun saccio manco cchiù addò stongo
si ‘mparaviso o all’inferno

‘a vita mia sta dint’ ‘e mmane toje
‘o core tuojo dint’ ‘e ccanzone meje
cchiù passa ‘o tiempo e cchiù ‘o ssaccio ca
je senza ‘e te nun putesse campa’
‘e stelle nun se ponno tucca’
m' aggio ‘mparato ‘e ppuò sulo guarda’
e si na stella canta pe’ ammore
rimmane ‘ncielo mille anne e nun more.
ah che bella voce ca ll’anima se squaglia quanno cante
ah che bella voce nun saccio si so’ diavolo o so’ santo

TORNA SU


© 2012 T.S.A. Total Sounding Area - All rights reserved.
T.S.A. Total Sounding Area di Antonio Deodati via E. Toti 17 - 85042 Lagonegro (PZ) - P.Iva 01377570765 - D.I. iscritta all' Albo Artigiani di PZ 38097 c/o l'ufficio del registro di Lagonegro - il titolare è anche il Responsabile della Protezione dei Dati (RPD)

www.totalsoundingarea.com